QUANDO RIVOLGERSI ALLO PSICOLOGO

Chiedere aiuto ad uno Psicologo significa prendersi cura di se stessi in maniera completa e consapevole, riuscendo a guardare alla propria persona nella sua totalità: come corpo e come mente. Non ci si rivolge allo Psicologo, dunque, solo quando si ha un disturbo psicopatologico, ma anche quando gli eventi di vita ci pongono di fronte a difficoltà che, se non affrontate in maniera ottimale, possono portare a situazioni più gravi. Visto in questo modo, l’Intervento dello Psicologo si pone in un’ottica preventiva e di sostegno, utilizzando come strumento principale le risorse che la persona ha, ma che a causa dell’evento di vita, non riesce a utilizzare nel modo migliore.

Riassumendo, è possibile rivolgersi allo Psicologo ogniqualvolta si avverte il bisogno dell’aiuto di un esperto, ad esempio:

– per affrontare una crisi temporanea, aiutando la persona a riappropriarsi di quelle capacità decisionali che in situazioni difficili possono venir meno;

– per favorire una crescita interiore personale, attraverso un processo di conoscenza di sé, dei propri punti di forza e delle proprie potenzialità;

– per imparare a gestire ansia e malessere generalizzato, stati d’animo negativi;

– per ritrovare un equilibrio psichico in occasione di tappe importanti della vita, come sposarsi, cambiare casa, avere un figlio, separarsi, laurearsi o cambiare lavoro;

– per fornire un aiuto specialistico a bambini e adolescenti che affrontano specifiche problematiche di sviluppo.